lunedì 8 gennaio 2018

Pensierino di inizio anno :)

il cambiamento sociale è possibile solamente se viene preceduto da quello individuale. cambiate punto di vista sulle vostre priorità e sui problemi che vi angosciano, ed affinate sempre di più la vostra personale strategia vitale attraverso la privazione del superfluo e del vano. molte sono le vie, a  voi spetta solo la scelta di quella a voi più congeniale. ricordate che la paura di vivere è incompatibile con la vita, pertanto abbiate il coraggio di viverla realmente, la vostra vita!

lunedì 18 dicembre 2017

Buone Feste!


Ascolta, o uomo, e destati alla mia Voce.

Apri la tua mente-spazio e assorbi della mia saggezza.

Buio è il sentiero della vita che tu percorri.

Molte insidie giacciono sul tuo percorso.

Cerca tu sempre di meritare la più grande sapienza.

Raggiungila ed essa sarà luce sul tuo cammino.

Apri la tua ANIMA, o uomo, al Cosmico e lascialo fluire in unità alla tua ANIMA.

LUCE è eterna e tenebra è effimera.

Cerca sempre, o uomo, la LUCE.

Sappi che sempre come la Luce riempie la tua esistenza, così le tenebre per te scompariranno.



Apri la tua anima ai FRATELLI DELLO SPLENDORE.

Lasciali entrare e riempirti di LUCE.

Alza i tuoi occhi alla LUCE del Cosmo.

Sii sempre rivolto alla meta.

Solo guadagnando la luce di tutta la saggezza, sarai tu Uno con la meta Infinita.

Cerca sempre l'Unità eterna.

Cerca sempre la Luce nell'Uno.

Ascolta, o uomo, destati alla mia Voce cantando il canto della Luce e della Vita.

Attraverso tutto lo spazio, la Luce è prevalente, circondando TUTTO con i suoi vessilli di fiamme.

Cerca per sempre nel velo delle tenebre, in qualche parte sicuramente troverai la Luce.

Nascosta e sepolta, dimenticata dalla conoscenza dell'uomo, profonda nel finito l'infinito esiste.

Perduto, ma esistente, scorrendo attraverso tutte le cose, vivendo in TUTTO è l'INFINITA MENTE.

In tutto lo spazio, c'è solo UNA saggezza.

Attraverso la netta apparenza, essa è UNO nell'UNO.

Tutto ciò che esiste viene avanti dalla LUCE, e la LUCE viene avanti dal TUTTO.

Ogni cosa creata è basata sull'ORDINE:

La LEGGE governa lo spazio dove l'INFINITO dimora.

Avanti dall'equilibrio vengono i grandi cicli, muovendo in armonia verso la fine dell'Infinito.



Sappi, o uomo che lontano nello spazio-tempo, l'INFINITO stesso cambierà.

Ascolta tu e destati alla Voce della Saggezza:

Sappi che TUTTO è del TUTTO per sempre.

Sappi che attraverso il tempo tu puoi inseguire saggezza e trovare sempre più luce sulla via.

Si, tu troverai che sempre sfuggente, la tua meta ti sfuggirà di giorno in giorno.

Molto tempo fa, nelle SALE DI AMENTI, Io, Thoth, sostavo dinanzi ai SIGNORI dei cicli.

Poderosi, LORO nei loro aspetti di potere; poderosi, LORO, nella saggezza rivelata.

Condotto dal Dimorante, prima ho visto loro.

Ma più tardi ero libero della loro presenza, libero di entrare nel loro conclave a volontà.

Spesso ho viaggiato giù nel buio sentiero sino alle SALE dove la LUCE sempre risplende.



Sappi, o uomo che lontano nello spazio-tempo, l'INFINITO stesso cambierà.

Ascolta tu e destati alla Voce della Saggezza:

Sappi che TUTTO è del TUTTO per sempre.

Sappi che attraverso il tempo tu puoi inseguire saggezza e trovare sempre più luce sulla via.

Si, tu troverai che sempre sfuggente, la tua meta ti sfuggirà di giorno in giorno.

Molto tempo fa, nelle SALE DI AMENTI, Io, Thoth, sostavo dinanzi ai SIGNORI dei cicli.

Poderosi, LORO nei loro aspetti di potere; poderosi, LORO, nella saggezza rivelata.

Condotto dal Dimorante, prima ho visto loro.

Ma più tardi ero libero della loro presenza, libero di entrare nel loro conclave a volontà.

Spesso ho viaggiato giù nel buio sentiero sino alle SALE dove la LUCE sempre risplende.



Negli uomini di questo ciclo la forza della vita è sfrenata, ma la vita nella sua crescita diviene uno con loro TUTTO.

Qui, Io manifesto in questo vostro ciclo, ma ancora io sono lì nel vostro tempo futuro.

Ancora a me, il tempo non esiste, perché nel mio mondo il tempo non esiste, perché informi siamo NOI.

Vita NOI non abbiamo ma abbiamo ancora esistenza, più piena e più grande e libera di voi.

L'uomo è una fiamma legata ad una montagna, ma NOI nel nostro ciclo saremo sempre liberi.

Sappi, o uomo, che quando tu sarai progredito dentro il ciclo che prolunga in alto, la vita stessa passerà alle tenebre e solo l'essenza dell'anima rimarrà.



Allora mi ha parlato il SIGNORE dell'OTTO dicendo:

Tutto ciò che conosci è una piccola parte.

Non hai ancora raggiunto il Grande.

Lontano fuori nello spazio dove LUCE esistenza suprema, io sono venuto nella LUCE.

Formato sono stato anch'io ma non come sei tu.

Corpo di Luce era la mia informe forma formata.

Non conosco io VITA e non conosco io MORTE, ancora maestro sono io di tutto ciò che esiste.

Cerca tu di trovare il sentiero attraverso le barriere.

Viaggia la strada che porta alla LUCE.



Mi ha parlato ancora il NOVE dicendo:

Cerca tu di trovare il sentiero dell'aldilà.

Non è impossibile crescere alla coscienza superiore.

Perché quando DUE sono diventati UNO e UNO è diventato il TUTTO, sappi che le barriere si sono alzate, e tu sei divenuto libero sulla strada.

Cresci dalla forma al senza forma.

Libero puoi tu essere sul cammino.

Così attraverso le età Io ho dato ascolto,

apprendendo la via al TUTTO.

Ora innalzo i miei pensieri a TUTTE LE COSE.

Destati e ascolta quando esse chiamano.



O LUCE, tutto pervadente, UNO con TUTTO e TUTTO con UNO, fluisci a me attraverso il canale.

Entra in me perché io possa essere libero.

Fammi UNO con l'ANIMA TUTTO, splendente dal buio della notte.



Libero lasciami essere in tutto lo spazio-tempo, libero dal velo della notte.

Io, un figlio della LUCE, comando:

Libero dalle tenebre devo essere.

Informe sono io all' Anima-Luce, informe ancora splendente di Luce.

Conosco io i legami del buio devono rompersi e cadere davanti alla luce.

Ora io dò questa saggezza.

Libero puoi essere, o uomo, vivente nella luce e nello splendore.

Non togliere lo sguardo dalla Luce.

La tua anima dimora nei regni dello splendore.

Tu sei un figlio della Luce.



Volgi i tuoi pensieri interiormente e non all'esterno.

Trova all'interno la tua Anima-Luce.

Sappi che tu sei un MAESTRO.

Tutto è portato dall'interiorità.

Cresci tu nel regno dello splendore.

Alla gloria Mantieni il tuo pensiero sulla Luce.

Sappi di essere uno con il Cosmo, una fiamma e un Figlio della Luce.

Ora te ho dato avvertimento:

Non lasciare il pensiero tornare indietro.

Sappi che lo splendore fluisce nel tuo corpo per sempre.

Non tornare ai FRATELLI-TENEBRE che vengono dai FRATELLI-BUIO.

Ma tieni i tuoi occhi sempre alzati, la tu anima in sintonia con la Luce.



Prendi tu questa sapienza e conservala.

Destati alla mia Voce e obbedisci.

Segui il sentiero alla gloria, e tu sarai UNO con la via.



Tratto da: Le Tavole Smeraldine di Thoth - TAVOLA VII


I Sette Signori

giovedì 23 novembre 2017

La fibromialgia nel tempo dei tagli alla Sanità: Linea Diretta del 24 Novembre

Benché il bilancio della sanità italiana ammonti a circa 111 miliardi di Euro all'anno, non è stato ancora riconosciuto il diritto di diverse migliaia di nostri connazionali affetti da fibromialgia ad avere cure e sostegno adeguati alla gravità e complessità di questa patologia. Uno spiraglio di luce è tuttavia trapelato di recente alla Commissione Affari Sociali della Camera, che ha approvato una mozione che impegna il Governo ad inserire nei LEA tale malattia... Di questo male oscuro, e delle sue prospettive di inquadramento tabellare, parleremo questo Venerdì a Linea Diretta, alle ore 15, che verrà trasmesso sul canale 13 del Digitale terrestre ed inserito anche nel mio Canale Salute su YouTube. Stay Tuned!

giovedì 16 novembre 2017

Fibromialgia. Commissione Affari sociali approva risoluzione per inserimento nei Lea

Quotidiano Sanità, edizione web del 15 Novembre 2017 (link)


Accordo in XII Commissione alla Camera su testo unificato su diverse risoluzioni, presentate da gruppi parlamentari di maggioranza ed opposizoine, che impegnano il Governo ad includere la patologia nell'elenco delle malattie croniche di rilevante impatto sociale e sanitario e che devono rientrare nei Livelli essenziali di assistenza. IL TESTO


15 NOV - È stata approvata alla unanimità dai membri della Commissione Affari sociali della Camera un testo unificato della risoluzione che, impegnando il Governo su nove diversi punti, prevede di includere la fibromialgia nell’elenco delle malattie croniche di rilevante impatto sociale e sanitario e che devono rientrare nei Livelli essenziali di assistenza.

Nel documento si spiega come, sebbene l'Oms abbia riconosciuto già dal 1992 l'esistenza della fibromialgia e nonostante anche altre organizzazioni mediche di carattere internazionale l'abbiano considerata una malattia cronica, solo una parte dei Paesi europei ha condiviso questa posizione, e tra questi non figura l'Italia. Viene inoltre sottolineato come la ricerca di base, la sperimentazione clinica e la cura della fibromialgia nel nostro Paese siano tra "i più arretrati a livello europeo e internazionale". Nessuna associazione medica italiana ha redatto linee guida sulla patologia e, ad oggi, rarissimi sono i centri dedicati alla cura della fibromialgia. Ne consegue che i cittadini che soffrono di questa patologia incontrano operatori sanitari, dal medico di base ai diversi specialisti, del tutto impreparati a riconoscere e a trattare adeguatamente le loro sofferenze.

Alla luce di tutto questo il testo unificato della risoluzione impegna il Governo a:

1) ad assumere iniziative per includere la sindrome fibromialgica nell'elenco delle malattie croniche che rientrano nei nuovi LEA (livelli essenziali di assistenza), attualmente in corso di aggiornamento, attraverso il confronto con i referenti delle società scientifiche maggiormente riconosciute per lo studio della fibromialgia e i componenti della Commissione per l'aggiornamento dei livelli essenziali di assistenza;

2) ad adottare iniziative, anche per il tramite dell'Istituto superiore della sanità, per individuare criteri oggettivi e omogenei per l’identificazione e la distinzione dei sintomi e delle condizioni cliniche delle persone affette da fibromialgia in base al livello di gravità e invalidità della malattia, ai fini dell’inserimento della sindrome fibromialgica tra le malattie invalidanti che danno diritto all'esenzione dalla partecipazione alla spesa, individuate dal regolamento di cui al decreto del Ministro della sanità 28 maggio 1999, n. 329;

3) ad assumere iniziative affinché sia avviato un piano di informazione e di formazione del personale sanitario, che consenta una più ampia ed approfondita conoscenza della fibromialgia, anche al fine di ridurre i tempi necessari per formulare una corretta diagnosi;

4) ad assumere iniziative affinché il codice della fibromialgia possa essere impiegato anche al fine di monitorare l’utilizzo delle prestazioni ad essa afferenti;

5) a considerare l’opportunità di adottare iniziative per pervenire alla definizione di “cronicità” da parte dello specialista reumatologo o algologo, riconfermabile dopo un periodo di 24 mesi;

6) ad assumere iniziative per definire criteri, modelli e indicatori al fine di individuare, tenuto conto delle competenze delle regioni, centri di riferimento multidisciplinari a livello regionale, dedicati alla ricerca o all'attività clinico-assistenziale relativa alla sindrome fibromialgica e per individuare, nell’ambito delle migliori esperienze regionali, un PDTA (percorso diagnostico terapeutico assistenziale) in grado di costituire il modello per un eventuale, successivo percorso di standardizzazione su tutto il territorio nazionale;

7) a promuovere la sperimentazione di cure integrate della fibromialgia, quali tecniche di gestione dello stress, agopuntura, idroterapia, ozonoterapia, camera iperbarica, integrate con un uso transitorio e sapiente della farmacologia;

8) a considerare l’opportunità di assumere iniziative relative alla possibilità dell'utilizzo di farmaci cannabinoidi per i pazienti affetti da fibromialgia;

9) a considerare la fibromialgia quale malattia ad elevato impatto sociale oltre che sanitario e, di conseguenza, ad assumere iniziative per promuovere il ricorso all'istituto del telelavoro, sia nelle forme del lavoro a distanza, che del telelavoro domiciliare, quale forma di opportunità e di ausilio per le categorie di lavoratori in situazione di disagio a causa di disabilità psico-fisica causati dalla sindrome fibromialgica e da altre malattie croniche e invalidanti.  

15 novembre 2017

© Riproduzione riservata all'autore dell'articolo.