giovedì 4 marzo 2010

Autismo e vaccinazioni: arrivano altre conferme

Cari amici,

come molti di voi immagineranno é sempre stato finora arduo trovare un medico disposto ad ammettere schiettamente una correlazione fra le vaccinazioni e la sindrome autistica.
Come avvocato, non avendo le necessarie competenze mediche, ho dovuto sempre faticare non poco per rintuzzare le reprimende dei soloni della cosiddetta letteratura scientifica dominante (solo in Italia, però).
Più e più volte sono dovuto ricorrere al metodo induttivo - indiziario per ricostruire, come in un mosaico bizantino, la reale natura causale della patologia dei bimbi danneggiati che assistevo.
Dopo i fatti di Busto Arsizio mi sono sentito rinascere.
Gli studi scientifici stranieri sulla dannosità dei principi attivi di certi vaccini, che abbondano in materia e sono presenti da più di venti anni, sono stati finalmente recepiti anche in Italia, anche se per via giudiziaria.
Questo é solo un buon inizio. La legge 210 del 1992 potrà dunque costituire il viatico per l'assistenza e le cure destinato ad una nuova categoria di soggetti danneggiati.
E le case farmaceutiche cosa dicono? Se leggete questa nota di Giorgio Tremante vi renderete conto di come ormai anche loro siano costrette ad ammettere l'evidenza...
Un nuovo orizzonte si é schiuso, per i bimbi vittime dell'autismo indotto da vaccinazione.

Stay tuned! :)

2 commenti:

  1. vorrei capire quale fosse l'esatto contenuto della richiesta, è possibile pubblicarla?

    RispondiElimina
  2. caro Corrado,

    questa famiglia aveva richiesto il riconoscimento della etiopatogenesi post vaccinica di una forma di cerebropatia con tratti autistici.
    per motivi di tutela della privacy posso solo indicare la diagnosi accertata, senza scendere in ulteriori dettagli.
    spero di esserti stato di aiuto :)

    RispondiElimina