martedì 4 giugno 2013

I danni da vaccino: il modello legislativo statunitense ("patrigno" del nostro...)

Nel 1986, il Congresso degli Stati Uniti ha riconosciuto ufficialmente la realtà delle lesioni e delle morti causate dai vaccini elaborando e pubblicando The National Childhood Vaccine Injury Act (Legge Nazionale sulle Lesioni da Vaccini all’ Infanzia – Legge Pubblica 99-660). 
La sezione di questa legge che riforma le norme di sicurezza richiede ai medici di fornire ai genitori le informazioni sui benefici e sui rischi dei vaccini per i bambini prima della vaccinazione e di segnalare le reazioni ai vaccini ai funzionari federali della sanità… I medici sono tenuti per legge a segnalare i casi ritenuti sospetti di danni da vaccini. Per facilitare e centralizzare questo requisito legale, i funzionari federali della sanità hanno emesso The National Childhood Vaccine Injury Act (VAERS) — a cui si attengono i Centri per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie (CDC) e la Food and Drug Administration (FDA).
Nel migliore dei casi, i medici dovrebbero attenersi a questa legge federale e segnalare gli eventi avversi che seguono la somministrazione di un vaccino. Tuttavia, l’ FDA recentemente ha riconosciuto che il 90 per cento dei medici non segnala le reazioni ai vaccini. Hanno scelto di sovvertire questa legge affermando che le reazioni avverse, secondo il loro parere, non sono da collegare alle vaccinazioni. Infatti, ogni anno fra i 12.000 e i 14.000 rapporti delle reazioni avverse ai vaccini sono stati fatti all’ FDA (dati inizialmente accessibili soltanto con il Freedom of Information Act, la legge sul diritto all’ informazione). Queste cifre includono ospedalizzazioni,  danni al cervello irreversibili e centinaia di morti. Considerando che questi numeri possono rappresentare appena il 10 per cento, le vere cifre potrebbero riferirsi in realtà a 140.000 reazioni avverse all’anno. 
Tuttavia, persino questa cifra potrebbe essere dettata dalla prudenza. Secondo il Dott. David Kessler, il funzionario precedentemente in carica della Food and Drug Administration, “soltanto circa l’ un per cento degli eventi seri [ reazioni avverse ai vaccini ] viene segnalato all’ FDA.” Quindi, è assolutamente possibile che ogni anno negli U.S.A. parecchie decine di migliaia di persone abbiano reazioni avverse ai vaccini.
Forse non importa che i medici non segnalino le reazioni ai vaccini, perché il governo federale le ignora. I funzionari del governo dichiarano che il VAERS ha il compito di”documentare” i casi di danni che si sospetti siano danni da vaccini. Non viene fatto nessun tentativo di confermare o negare i rapporti. I genitori non vengono intervistati ed i vaccini che hanno preceduto le severe reazioni non vengono ritirati. Invece, nuove ondate di genitori ignari e di bambini innocenti vengono sottoposti alle nocive iniezioni.
Chi Paga i Risarcimenti?
Negli Stati Uniti, per pagare le lesioni e le morti da vaccini, è stata aggiunta una sovrattassa sui vaccini sotto accusa. Quando i genitori scelgono di far vaccinare i loro bambini, una parte dei soldi che spendono su ogni vaccino entra in un fondo monetario instaurato dal Congresso per risarcirli se il loro bambino rimane danneggiato o ucciso dal vaccino.
La legge assegna fino a $250.000 se l’individuo muore, o milioni di dollari per coprire le spese mediche, il dolore e la sofferenza nel caso che il bambino sopravviva (ma che abbia anche subito lesioni al cervello). Fino all'anno 2004, più di UN MILIARDO di dollari è già stato pagato per le centinaia di lesioni e morti causate dai vaccini sotto accusa.

Migliaia di casi sono tuttora in corso di esame, e numerose sono le liquidazioni in attesa di essere erogate dalle compagnie assicurative alle famiglie a cui è stato riconosciuto il diritto di poter adire il Tribunale per il danno da vaccino subito, a condizione che tale causa non venga intentata. Leggi qui per ulteriori aggiornamenti.
Le richieste di risarcimento per danni da vaccino non includono accordi riservati o le molte famiglie che devono fare ricorso all’ assistenza pubblica per le spese mediche e la vita complicata a causa delle lesioni da vaccini. Di conseguenza, i contribuenti sovvenzionano i produttori dei vaccini ed il Governo federale pagando le spese derivate dai loro vaccini a rischio...
Ringraziamo la redazione del sito Web www.medicienon.it per la ricerca svolta, di cui mi sono limitato a riferire i risultati nel mio Blog.

Nessun commento:

Posta un commento