giovedì 23 gennaio 2020

Messaggio del Presidente Mattarella in occasione della cerimonia di inaugurazione dell'Anno della cultura e del turismo Italia-Cina


Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha inviato il seguente messaggio:
«In occasione dell'apertura dell'Anno della Cultura e del Turismo Italia-Cina desidero far giungere il mio saluto a tutti i partecipanti a questa importante iniziativa lanciata insieme al Presidente Xi Jinping in occasione della sua visita di Stato del marzo scorso.
Indirizzo con piacere il mio apprezzamento a quanti animeranno e organizzeranno le numerose attività in programma: importante è il loro contributo all’amicizia tra i nostri Paesi. Un'amicizia antica che si rinnova.
Le nostre relazioni si sono sviluppate nel corso dei secoli radicandosi in un vitale crocevia di conoscenze e di culture.
Lungo la via della seta, italiani e cinesi sono stati tra i protagonisti di questo scambio tra popoli diversi e lontani, eppure uniti da profondo rispetto e vicendevole senso di meraviglia.
Oggi ricorrono le condizioni per rafforzare un'amicizia sostenuta da una medesima vocazione al dialogo.
Lo conferma il continuo scambio di visite e il dinamismo dei nostri rapporti in tutti gli ambiti di mutuo interesse, dal comune impegno a favore della pace e della sicurezza a rapporti economici e commerciali che vogliamo sempre più orientati a generare opportunità di benessere per i nostri popoli.
Lo dimostrano altresì lo spessore della collaborazione culturale e scientifica, il crescente interesse per lo studio delle nostre lingue e l’ampliamento dei flussi turistici.
L'orizzonte dei rapporti italo-cinesi è dunque ricco di promesse e il cinquantesimo anniversario delle relazioni diplomatiche, che celebriamo quest'anno, costituisce l'occasione ideale per l’elaborazione di una ancor più impegnativa agenda.
L'Anno della Cultura e del Turismo Italia-Cina si inserisce appieno in questo contesto.
Nel ricco programma di iniziative trovano posto l'arte contemporanea e il teatro, l'architettura e la musica, il cinema e la tecnologia, la tutela del patrimonio artistico-culturale e la valorizzazione dei territori.
Le nostre società, sempre più articolate e complesse, si preparano ad affrontare le sfide del futuro, investendo energie comuni per scambi di elevato valore umano e culturale, nella consapevolezza dell'interdipendenza che caratterizza questo tempo e del valore della collaborazione.
Con questo spirito, formulo sentiti auguri per il pieno successo dell’Anno della Cultura e del Turismo Italia-Cina, per il benessere dei nostri popoli e per l’amicizia che li unisce».

Roma, 21/01/2020

Nessun commento:

Posta un commento