mercoledì 7 novembre 2007

Viaggi all'estero

Il recente allargamento dell'Unione Europea ci consente di poter visitare ormai più di 30 Paesi con la nostra fidata carta d'identità.
Sono pertanto aumentati i vantaggi per la mobilità dei cittadini italiani.
Tuttavia, giova ricordarlo, il Passaporto continua ad essere l'unico titolo universalmente riconosciuto per l'espatrio.
Questo documento dura dieci anni, e prevede dei bolli annuali se ci si reca in paesi extraeuropei.
Ricordatevi, PRIMA di presentarvi all'imbarco in aeroporto, o in nave, di verificare che il vostro passaporto non sia scaduto e sia regolarmente vidimato.
Per capire se va tutto bene occorre verificare la sua data di emissione, e quindi contare il numero delle marche applicate, che a partire da tale data estendono la validità del documento di ulteriori 365 giorni.
Se per esempio il vostro passaporto é stato emesso il 2 Gennaio 2005, la prima marca, emessa contestualmente al rilascio, ha valore fino al 2 Gennaio 2006, la seconda fino al 2 Gennaio 2007, e così via.
E non dimenticate di rinnovare il documento, se risulta scaduto!

Buon viaggio a tutti.

2 commenti:

  1. CARO AVVOCATO, voglio ringrazirla perchè grazie al suo blog e al messaggio che sto commentando, mi sono accorto che il mio passaporto era scaduto. a gennaio parto per il giappone (anch io ho il cuore giapponese) e perfortuna adesso potrò muovermi per rinovarlo prima della partenza. Grazie.

    gianni.

    RispondiElimina
  2. Di niente ^^
    Sono contento se quanto scrivo può risultare utile ai miei lettori.

    Buon viaggio!

    RispondiElimina